Frattini – Massolo: “Le sfide della nuova intelligence”

SIOI, Mercoledì 13 febbraio 2013

In occasione della presentazione del Master in Sicurezza Economica e Intelligence e del Master in Protezione Strategica del Sistema Paese
Conferenza dell'Amb. Giampiero Massolo, Capo del DIS e del Presidente della SIOI Franco Frattini sulle "Sfide della nuova intelligence"

L'attivita' di intelligence (il lavoro di quelli che una volta venivano chiamati servizi segreti) ''e' cambiata'' e si trova a fronteggiare nuove minacce, dalla Rete agli attacchi ''non piu' solo alla sicurezza fisica, allo Stato ma al sistema-paese nel suo insieme, alla sua competitivita'''. Per questo ''c'e' bisogno di avvicinare l'intelligence al decisore politico per avere le priorita' della propria azione''. Lo afferma l'ambasciatore Giampiero Massolo, Capo del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza (Dis) intervenendo alla conferenza di presentazione del Master in Sicurezza Economica e Intelligence e del Master in Protezione Strategica del Sistema Paese  sul tema  'Le sfide della nuova intelligence', organizzata dalla SIOI, la Societa' Italiana per l'Organizzazione Internazionale presieduta dall'ex ministro degli Esteri e gia' presidente del Comitato parlamentare di controllo sui servizi segreti, Franco Frattini.

Lo stesso Frattini, aprendo la conferenza, sottolinea come il sistema di intelligence sia ''non solo uno degli assi fondamentali della sicurezza del sistema-paese ma lo strumento imprenscindibile per l'adozione di decisioni ad alto livello. Decisioni che indicano nell'intelligence l'unico strumento per prevenire attentati, per arrivare alla sicurezza generale''.