Si apre alla Farnesina la “Women in Diplomacy Winter School”

Si apre alla Farnesina la “Women in Diplomacy Winter School” per 20 giovani donne leaders provenienti dal Nord Africa e dal Medio Oriente

Roma, 3 marzo 2014 - La Women in Diplomacy Winter School, lla sua seconda edizione dopo il successo dello scorso anno, si terrà a Roma e a Milano dal 2 all’8 marzo. La Scuola, organizzata dal Ministero degli Esteri e dalla SIOI in collaborazione con l’ISPI, è la più importante iniziativa di scambi giovanili promossa dalla Farnesina per l'anno in corso, che coinvolge 20 giovani donne sotto i 35 anni dei Paesi Nord Africa e Medio Oriente in una settimana di formazione multidisciplinare. Le partecipanti sono state selezionate sulla base delle loro doti di leadership e del loro comprovato impegno in ambito politico, nella pubblica amministrazione, nelle ONG, nei media e nel settore privato. I Paesi/territori di provenienza sono: Egitto, Iraq, Israele, Giordania, Kuwait, Libano, Libia, Marocco, Oman, Palestina, Tunisia, Turchia e Yemen.
L'obiettivo è di contribuire a formare la prossima generazione di leader femminili in un'area di particolare rilievo per il nostro Paese, coerentemente con gli obiettivi fissati dalla Conferenza internazionale "Women in Diplomacy" tenutasi al MAE nel luglio 2012 e sul modello del progetto dell'ex Segretario di Stato Clinton "Donne nel servizio pubblico".

La WID School sarà aperta al Ministero degli Affari Esteri il 3 marzo 2014 dal Segretario Generale, Ambasciatore Michele Valensise, e vedrà, tra gli altri, la partecipazione di Marta Dassù, Direttore di Aspenia; Franco Frattini, Presidente della SIOI; Vlora Çitaku, Ministro dell’Integrazione europea del Kosovo; Henryka Mościcka-Dendys, Sottosegretario di Stato del Ministro degli Esteri della Polonia; e Moushira Khattab, ex Ministro della Famiglia e della Popolazione dell’Egitto.