Comunicato Stampa: “Ti porto la Luna”

Spazio/ L’Apollo 14 atterra in SIOI

Una conferenza-spettacolo sulle missioni lunari
e un vero frammento di luna da guardare e fotografare da vicino

Roma – Quarantacinque anni fa due astronauti americani effettuarono un volo spaziale in cui raccolsero chili di campioni lunari per il ritorno a terra. Oggi uno di quei campioni arriva in Italia, presso la SIOI- la Scuola di Alta Formazione Diplomatica ed internazionale che da anni organizza insieme all’ASI (Associazione Spaziale Italiana) e al CNR (Centro Nazionale per le Ricerche) anche un master sullo spazio molto qualificato e innovativo.

Per due giorni gli studenti e gli ospiti della SIOI hanno avuto l’opportunità di “toccare” con mano il frammento della missione Apollo 14, in un contesto che ha visto anche un evento sulle politiche spaziali e sulle missioni lunari, co-organizzato con la NASA e l’ASI, cui hanno preso parte il presidente della SIOI Franco Frattini, il professor Luigi Pizzimenti ed il giornalista scientifico Paolo D’Angelo.

Alcuni particolari sul frammento. La roccia è stata concessa in prestito dalla NASA a Luigi Pizzimenti, Curatore del Padiglione Spaziale presso il Museo del Volo “Volandia” e storico del Programma Apollo, accreditato presso il Lunar Sample Laboratory Facility nel quale sono custodite le rocce lunari Apollo. Pizzimenti è anche l’autore del libro: Progetto Apollo “Il sogno più grande dell’uomo” La storia del programma lunare vista dai protagonisti, con interviste aneddoti e curiosità mai raccontate.

Il campione esposto (14310) ha una storia eccezionale ed è stato scelto e raccolto sulla Luna nel febbraio 1971 da Alan Shepard e Edgar Mitchell, durante la missione Apollo 14. (1971)  Questa roccia ha un valore inestimabile, perché oggi non c’è nessuno in grado di andare a prenderne delle altre: il costo delle missioni Apollo fu di circa 170 miliardi di dollari di oggi e portarono sulla Terra 382 chilogrammi di campioni lunari.

Una vera roccia lunare, da ammirare da vicino, da fotografare, da conoscere nella sua storia e nel suo significato nell’evoluzione della Terra e della Luna, nel video racconto degli uomini che osarono tutto per andare sulla Luna a raccoglierla oltre quarant’anni fa, e nell’avventura – meno epica ma divertente e surreale – di come si fa ad andare alla NASA a chiedere:”Mi presti un pezzo di Luna?” e farsi dire di sì. Come si comportano i doganieri, per esempio, quando si dichiara di avere con sé una pezzo di Luna? Una nuova conferenza spettacolo con molte sorprese! Un’occasione unica per stare accanto a un reperto eccezionale, portato in Europa, e per conoscere una storia che è fonte d’ispirazione per chiunque si cimenti in sfide difficili e dimostra il coraggio e l’ingegno dell’umanità di fronte a imprese potenti.

SOCIAL
#tiportolaluna @SIOItweet